movimenti per la mente in movimento

Archivio per settembre, 2016

Come mantenere la propria vitalità nella terza età con Brain Gym

images1Il miglioramento delle funzioni cognitive nelle persone anziane aiuta a mantenere la salute mentale e il benessere generale e inoltre gioca un ruolo significativo nella prevenzione e nella gestione della confusione, la depressione, la letargia e la mancanza di motivazione nonché l’autostima ridotta nel anziano. Funzioni cognitive migliorate e una elasticità mentale sono ingredienti indispensabili se gli anziani vogliono mantenere la propria indipendenza e il controllo sulla propria vita.

Le ricerche, in tale ambito, negli ultimi anni hanno dimostrato che l’esercizio fisico è fondamentale per mantenere la propria flessibilità e stabilità nell’età avanzata e che entrambi sono di grande importanza per prevenire le cadute che possono causare fratture o traumi al cervello. Inoltre chi cade sviluppa spesso una paura del cadere, questa emozione provoca ulteriori limitazioni di movimento,  aumentando il rischio di cadute. Quindi fare attività di movimento dovrebbe essere un obbligo nella terza età, in quanto la massa muscolare e le ossa tendono a deteriorarsi e i sensi – vista, tatto e propriocezione diminuiscono. Ricerche in Svizzera e negli Stati Uniti hanno dimostrato che i residenti in case di riposo, dopo 6 mesi di intenso training in palestra hanno ricuperato le proprie funzionalità e il senso dell’equilibrio.

Oltre alle attività fisiche in palestra ci sono numerose altre discipline che possono essere utili per mantenere le funzioni psicofisiche nella terza età.

Una tecnica molto efficace è Brain Gym®, sviluppato come programma di movimento per facilitare l’apprendimento soprattutto nell’età scolare, si è mostrato valido negli ultimi 20 anni anche nell’applicazione delle funzionalità negli anziani nelle varie parti del mondo.
images-11Negli Stati Uniti, in Canada, in Europa, in Cina e in Indonesia ci sono esempi di case di riposo e centri per anziani che adottano i movimenti di Brain Gym® ed altre attività della Kinesiologia educativa come una delle attività giornaliere per il mantenimento di un buon funzionamento del sistema neuro cognitivo oltre che per la flessibilità del corpo: il risultato della pratica del Brain Gym® è una vera e propria riabilitazione cognitiva.
I movimenti di Brain Gym® non essendo fisicamente faticosi possono essere praticati agevolmente oltre gli 80 anni. Questi movimenti aiutano a riattivare il sistema corpo-mente e a rilassare il sistema nervoso contribuendo così ad un funzionamento cognitivo più efficace, oltre a stimolare la memoria, la concentrazione, l’equilibrio e le capacità comunicative. La loro facile applicabilità li rende idonei anche per persone in stato di demenza o con altre restrizioni sensoriali.

Esperienze di Brain Gym con anziani in giro per il mondo

La Federazione Europea di Kinesiologia (EVfK) ha pubblicato nel 2005 una ricerca della clinica neurologica della Henriettenstiftung Hannover sull’effetto del Brain Gym nei corsi di memoria offerta da questa clinica.
24 persone sono state sottoposte ai test di cui 16 hanno potuto aumentare le prestazioni cognitive dopo lo svolgimento dei movimenti di Brain Gym. Tali movimenti sono stati integrati nel programma del corso di memoria e quindi sono state eseguite solo in quel contesto, il risultato può essere considerato positivo. L’Autrice Gabriele Drabben-Thieman conclude che i movimenti della Kinesiologia educativa portano ad un miglioramento cognitivo a breve termine.

images-12Un altro esempio viene citato da Claire Hocking, Kinesiologa australiana che lavora da tanti anni con persone anziane in una presentazione tenutasi nel 2010 durante la conferenza annuale di Brain Gym ad Ashland, Massachussetts, USA. Hocking racconta di una Signora 92 enne afflitta da Alzheimer, ospite in una struttura per anziani che ha potuto migliorare il suo senso di orientamento grazie alla pratica quotidiana degli esercizi energetici di Brain Gym in gruppo e individualmente con un operatore. Nell’arco di 6 mesi ha potuto trasformare il suo stato emotivo di agitazione e irritazione nei momenti di afasia in uno approccio più positivo e gioioso verso gli altri e le attività della casa di riposo. Anche in questo caso i movimenti non hanno potuto fermare il progresso della malattia ma hanno aiutato la persona a trovare un posto dove sentirsi al sicuro in un mondo pieno di confusione.

La formatrice e autrice tedesca Gerda Kolf descrive nel suo libro Geistig jung und körperlich in Schwung bis ins hohe Alter mit Brain Gym, VAK Verlag 2005 (mantenersi giovani e flessibili in età avanzata con Brain Gym), il suo lavoro con gruppi di anziani dai 60 anni in su come i movimenti di Brain Gym hanno migliorato le condizioni psicofisiche dei suoi partecipanti. In particolare si riferisce al caso di una Signora 81enne che ha avuto grosse difficoltà di coordinazione all’inizio del corso muovendosi solo col bastone e che usciva dal seminario di 4 giorni saltellando e danzando grazie innanzitutto al Cross-Crawl  che le ha dato una maggiore stabilità posturale. Uscendo dimenticò anche il bastone!

20160209_151304-1080x675Karen F. Peterson in Hawaii ha iniziato nel 1999 un programma intitolato “giving back” che coinvolge anziani che vogliono mantenere la propria mobilità usando i movimenti di Brain Gym e formandoli come mentori e volontari che insegnano poi i movimenti nelle scuole. Il programma ha sconfinato ormai le isole Hawaiane ed è stato adottato in diversi parti del mondo.

Per chi fosse interessato ad approfondire l’argomento, apprendere i 26 movimenti di Brain Gym e applicarli con persone anziane trova una risposta qui

Bibliografia consigliata:
Libri di Paul e Gail Dennison (i fondatori del metodo Brain Gym) tradotti in italiano:

Brain Gym per tutta la famiglia, movimenti semplici per rendere l’apprendimento piacevole, Tigulliana Editrice, 2016
Brain Gym, impara a muoverti muoviti per imparare, Tigulliana Editrice 2014
Brain Gym, come scoprire e mantenere per sempre il piacere di imparare, Mediabox 94, 2014
Brain Gym per l’impresa, InfinitiForm Edizioni 2011

Articoli da approfondire Eduk-Brain Gym Newslewtter nr. 2 2015

AAVV, KINESIOLOGIA EDUCATIVA E DEMENZA: UNO STUDIO DEGLI EFFETTI DI BRAIN GYM® SUL FUNZIONAMENTO COGNITIVO DEGLI ANZIANI A GUANGZHOU, IN CINA


Kathy Monahan, EMERGERE DAL BUIO DELLA DEMENZA: COME I PAZIENTI ANZIANI TRAGGONO BENEFICI DA BRAIN GYM®

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: