movimenti per la mente in movimento

Ho il piacere di presentarvi Christiane Hohlberg, insegnante di una scuola Montessoriana in Baviera che racconta le sue esperienze con l’otto dell’infinito, uno dei 26 movimenti di Brain Gym®.

imgp6422“Come insegnante da lungo tempo nella scuola elementare Montessoriana, vorrei condividere brevemente le mie esperienze con gli esercizi di Brain-Gym® e specialmente con l’otto dell’infinito. Per molti anni, abbiamo insegnato ai bambini due esercizi della Kinesiologia educativa al giorno. I bambini hanno così imparato tutti gli esercizi di Brain-Gym®  e i loro effetti. Attraverso l’uso regolare durante l’anno scolastico, i bambini hanno molta familiarità con gli esercizi e possono anche eseguirli in modo indipendente applicandoli a secondo della propria necessità. Ad esempio, quando un bambino presenta una lezione, tutti gli altri si massaggiano il bordo delle orecchie come per il Cappello pensatore, per poter seguire attentamente e con concentrazione. Il bambino che tiene una lezione tiene i punti positivi per controllare la sua eccitazione.

In una scuola Montessori, i bambini di solito scelgono di lavorare in modo indipendente. Lo fanno con materiale speciale,e con il sostegno di un insegnante o di un partner di lavoro o da soli. Attraverso questa scelta individuale e il modo di lavorare è possibile per noi insegnanti osservare, accompagnare e sostenere i singoli bambini. In caso di difficoltà, mi piace usare l’otto dell’infinito come esercizio preparatorio o di supporto.

Per illustrare questo vorrei dare qualche esempio. Una ragazza doveva copiare un testo. La sua calligrafia era molto spigolosa e sconnessa. Di conseguenza, le piaceva poco scrivere e di conseguenza faceva poco progresso. Su mia richiesta, ha disegnato su un foglio A 4 alcuni otto dell’infinito in successione con diverse matite colorate. Dopodiché ha continuato a scrivere. Entrambe abbiamo potuto notare un notevole miglioramento della sua calligrafia.

Un ragazzo leggeva male, aveva difficoltà di collegare le singole lettere in una parola e poi riconoscere il significato. Con le nostre dita abbiamo tracciato l’otto dell’infinito nell’aria. Ed ecco, la lettura è diventata più fluida! Alla domanda se ha notato una differenza, ha confermato la mia osservazione.

I nostri bambini possono imparare e praticare le tabelline individualmente e giocosamente. Nonostante che hanno una varietà di materiale didattico a disposizione, alcune ragazze e ragazzi hanno difficoltà a ricordare le singole operazioni delle tabelline in modo che possano ricordarli con sicurezza. A volte ci esercitiamo insieme in piccoli gruppi e tracciamo prima gli otto dell’infinito nell’aria. Molti bambini trovano dopo le soluzioni giuste più facilmente.

Un ragazzo di seconda ha vissuto una vera “crisi di apprendimento” avendo difficoltà con vari problemi di matematica. Non ha capito bene le operazioni e quindi ha scritto risultati sbagliati. Dal momento che non è venuto subito da noi insegnanti, non abbiamo potuto aiutarlo. Frustrato da questo fallimento, il bambino ha evitato le operazioni “difficili”di matematica. Di conseguenza, l’allievo non ha più fatto progressi nel materiale didattico e successivamente ha perso il piacere di fare matematica e in seguito di imparare in generale. E così svanì rapidamente il piacere di andare a scuola. Quando ci siamo accorti del problema, ho dedicato a questo alunno ogni giorno 20 minuti di sostegno individuale. Ogni giorno, prima di iniziare a lavorare, il ragazzo ha tracciato l’otto dell’infinito su un foglio di carta con diverse matite colorate. Dopo una settimana, la crisi era finita, forse a causa di questa miscela tra gli otto dell’infinito e la mia attenzione speciale per lui. Naturalmente, le difficoltà più complesse richiedono interventi diversi, l’otto dell’infinito  per me ha però un valore particolare. A volte non è possibile individuare ciò che ha sostenuto veramente il processo. In ogni caso, l’allievo ha ripreso gusto nell’apprendimento e nell’andare a scuola.  

Potrei fornire ancora altri esempi in quanto l’otto dell’infinito può sostenere i bambini efficacemente nell’apprendimento. Perciò vorrei raccomandare a tutti coloro che lavorano con i bambini di usare i movimenti di Brain Gym e in particolare l’otto dell’infinito. È sempre sorprendente per me quanto possa essere positivo questo semplice esercizio. Sono stupita dal “potere dell’otto dell’infinito” e spero che molti educatori e bambini ne restino affascinati come me.

Nota: l’otto dell’infinito fa parte dei seminari di Brain Gym®.

Il testo è stato tradotto con il permesso dell’Institut fuer Kinesiologie und Lernen a Damme/Germania. Ringrazio il team dell’Istituto per la gentile concessione.

Brain Gym® è un marchiuo registrato di Breakthroughs International, Educational Kinesiology Foundation, Santa Barbara, Ca, USA

Per approffondire: 

L’OTTO DELL’INFINITO, PIÙ DI UN SEMPLICE ESERCIZIO DI BRAIN GYM®

LA LETTURA E’ UN MIRACOLO di Paul Dennison

Le ‘infinite’ possibilità dell’otto

LA SCOPERTA DEL CAMPO MEDIANO PER LA LETTURA di Paul E. Dennison PHD

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: